The Stepford Giuggiolo

19 Agosto 2004

Qualche settimana fa abbiamo visto La donna perfetta con Giuggiola, la versione italiana di The Stepford Wives. Per chi non lo sapesse, racconta di Nicole Kidman versione esaurita che viene deportata in una città da sogno, dove tutto è troppo perfetto, dove nessuno perde la pazienza e tutti si rivolgono agli altro solo con complimenti e melensaggini.

In questi giorni ho un po’ la sensazione di vivere in una specie di Stepford a dimensione familiare: tirandomi fuori dal gioco, sembra che in apparenza tutti dicano cose bellissime a tutti gli altri componenti della famiglia. Tutti si complimentano per le doti culinarie altrui, difendono persino i parenti tamarri (!), vagano nei negozi per cercare macchine tritapomodori per la nonna che, bontà sua, continua a dire di non averne bisogno e che preferirebbe risparmiare i pochi soldini della pensione.

Giuggiolo arriva in questo mondo e prova a dire le cose come stanno. Che di (lontani) parenti tamarri acquisiti al suo (molto eventuale) matrimonio non ne vuole. Che la nonna ha ragione, non ha senso spendere centinaia di euro per una macchina da utilizzare per una cassetta da pomodori all’anno: la sua Bialetti, vecchia di decine di anni, pare funzionare ancora e va a verificarlo con i suoi occhi (gli altri no). Che certe cose in famiglia non quadrano, che si vedono troppi silenzi forzati.

Non è un caso che poi, invece, sia qualcun altro ad esplodere: vengono fuori veleni incredibili, si stappano vulcani di cattiveria. Si rimane sgomenti per la differenza: ma passano poche decine di minuti e tutti tornano al loro ruolo gro(bo)ttesco. Giuggiolo osserva perplesso e da oggi adotta una nuova tecnica: sta in silenzio.

Non so dire bugie. Mi piace(rebbe) recitare, nella vita privata come in quella pubblica, ma non so fingere. Meglio stare nell’angolino ed osservare il teatrino della propria famiglia in fase involutiva. Ci si risparmia le colate laviche addosso e si mangia anche bene. La vera serenità, invece, temo si debba cercare altrove.



2 Comments to “The Stepford Giuggiolo”

  1. Giuggiola | Agosto 20th, 2004 at 14:29

    La vera serenità, invece, temo si debba cercare altrove.

    Cerca pure altrove la tua serenità, ma non temere!!!!

    Giuggiola camomillola

  2. ex-xxcz | Agosto 20th, 2004 at 23:02

    “Temo” nel senso di “suppongo”… 😉

Leave a Comment