Le vacanze estive sono finite e io sono in modalità bambino-che-torna-a-scuola. Torno a Mogliano Veneto nell’appartamento in cui abitavo negli scorsi mesi, ma tra qualche giorno non sarò più solo: a giorni arriverà Eva e per la prima volta vivremo davvero insieme, dopo le belle settimane estive in famiglia.

Tra i tanti momenti da ricordare c’è anche un weekend tra Matera, Lecce e Alberobello: città affascinanti e vive anche quando viste concentrate in poche ore. L’assetto era un po’ diverso dal solito: eravamo io, Eva e i miei genitori. A me non è dispiaciuto e anche Eva sembrava colpita positivamente da quanto visto.

Questa piccola esperienza mi ha fatto venire un’idea un po’ diabolica: perché invece di passare i weekend invernali a marcire nell’umido della provincia veneta non andiamo in giro per l’Italia? L’aeroporto di Tessera e la stazione di Venezia Mestre non sono poi così lontani; l’aeroporto di Treviso è giusto un po’ più in là.

Quindi, dato per scontato qualche weekend a Venezia o Udine con mia sorella e in Calabria coi miei, sto provando a fissare un piccolo tour frammentato: Firenze sicuramente, qualcosa di caldo come Cagliari e/o Palermo, un weekend alle terme, un salto sul Lago di Garda e magari nelle città che amo come Bergamo.

Prenotando adesso i voli e gli hotel fino a fine anno, penso di poter trovare condizioni interessanti; d’altra parte se l’esperimento funziona mi piacerebbe poi estenderlo in primavera anche nel resto dell’area Schengen, visto che grazie alle compagnie aeree low cost potrebbe forse costare anche meno che girare l’Italia.



One Comment to “Weekend in giro per l’Italia?”

  1. Pingback dall’articolo » La serenità? Dura una settimana | 19 Settembre, 2016 at 21:55

    […] Eva è arrivata a Mogliano Veneto a inizio settembre, un venerdì sera. Ero salito qualche giorno prima per allestire lo stesso bilocale abitato prima dell’estate in un modo appena decente per lei: un bel po’ di notti insonni e visite all’ipermercato per comprare utensili da cucina, scansie e suppellettili. Il giorno dopo eravamo andati insieme al supermercato da soli e tutto sembrava dolce a suo modo: eravamo una coppia “normale”, persa tra gli scaffali a comprare verdure, riso e spezie. Domenica un salto a Venezia e Torcello per festeggiare l’anniversario di mia sorella e curiosare tra la folla accorsa per la Regata storica. […]

Leave a Comment