Un salto nel passato per guardare al futuro

25 Marzo 2006

Dopo una notte insonne a riflettere sulle occasioni perse negli ultimi anni, ho pensato di fare un salto nel passato: ho così deciso di regalare un dominio alla Cuccia, https://www.lacuccia.org/, che conterrà  tutti gli interventi scritti dal 2001 in poi, sulle varie piattaforme che hanno visto raccontare la mia vita. Ho iniziato così stasera a salvare uno per uno i messaggi che poi verranno portati sul nuovo sito.

Li leggerò nei prossimi giorni, mano a mano che ne ottimizzo codice e formattazione per metterli nel nuovo ambiente, che dovrebbe essere quello definitivo: nel 2001 i blog in Italia erano veramente pochissimi, pertanto utilizzare piattaforme alternative era a dir poco necessario. Tipicamente si utilizzavano i forum: cosà, la Cuccia è nata su FreeForumZone, una piattaforma italiana ancora oggi disponibile per chi vuole ospitare un proprio spazio di discussione. Su quella piattaforma scopro ora essere ricomparsa Animal House, la comunità  che ha segnato quelli anni della mia vita e che in seguito era sparita.

Scorrendo i messaggi di questi anni sulla Cuccia, vedo che si sono alternati momenti belli e periodi brutti, idee creative e pessimismo in dosi massicce: per pura coincidenza, domani sarò a Venezia e non potrò non ripensare a quanto avvenuto in quegli anni della mia vita. Son cambiate tante cose e son tanto cresciuto io: ma in fin dei conti, le paure ed i desideri rimangono quelli di sempre. Forse allora avevo qualche sogno in pi: ora sono molto più disilluso, ma la vita è sempre abbastanza simile. Troppe ore di lavoro ogni giorno, poco tempo da dedicare ai rapporti umani.

Nelle prossime settimane, dunque, dedicherò le mie briciole di tempo libero per dare un assetto definito alla Cuccia: speriamo di trovare nuovi stimoli nel rimestare nel passato, per poter diradare un po’ di nebbie sul futuro. Ho sempre la sensazione che ci sia bisogno di scosse nell’aria e la speranza come al solito è che il 2006 diventi un anno di svolta: attendo, mi guardo intorno e fantastico. Cosa c’è all’orizzonte? Cosa c’è dopo l’orizzonte?